13 febbraio 2012

"Il più bel tempo possibile"

Oggi é il mio compleanno e mi sono presa un po' di tempo per me.
Quasi un giorno di vacanza, che ho cominciato così:
Pane alle noci e pane all'amaretto, lievitati per tutta la notte grazie alla pasta madre con cui vivo ormai in una sorta di simbiosi.
"Mamma ma la pasta madre quando finisce?" mi chiede stamattina la Piccola. "Finisce se non le diamo più da mangiare". "Ma quando tu sarai vecchia e morirai?" " Se vorrai potrai darle da mangiare tu" "E quando io saro' vecchia?" "Se vorranno potranno darle da mangiare i tuoi figli, i tuoi nipoti o i tuoi amici". Ora, anche se da mesi mi curo della nostra pasta madre come di un figlio, non avevo mai pensato come a qualcosa di cosi' duraturo (ma ricordo di aver letto che ci sono paste madri che si tramandano di generazione in generazione). Credo che le domande della Piccola siano sorte da questo spettacolo che abbiamo vissuto ieri, una storia in cui si parla di stagioni, di vita, di morte e di amore nella maniera semplice e diretta dei bambini.
Una storia in cui (fra molte altre cose) c'é una Principessa che sa dire "no"....
Una storia che ti fa dire:

"Con gli alberi... e con tutte le altre cose che vivono, bisognerebbe passare il più bel tempo possibile"

Il piu' bel tempo possibile é quello che auguro a me e a voi, che magari ancora passate ogni tanto di qui...

4 commenti:

Silvietta ha detto...

complimenti per le scelte che hai fatto per il tuo compleanno e auguri! ho riletto questo post tre volte e mi ha commosso tutte e tre. per diversi aspetti, per il pane, il rapporto con tua figlia, il teatro, quello che racconti dello spettacolo e l'augurio... il più bel tempo possibile a te, davvero!

Laura.ddd ha detto...

Ciao Silvietta, é un piacere riaverti qui, grazie per le tue parole e a presto

widepeak ha detto...

con quanto ritardo, ahimé, arrivo a questo bel post, ma quanto mi fa piacere leggere queste parole e lasciare un augurio leggero per te e i tuoi piccoli amori.
un abbraccio grande

Laura.ddd ha detto...

Augurio e abbraccio ricambiati con tutto il cuore, Wide.